RouterOS-Nuovo-Pacchetto-Wireless-Rep

MikroTik nelle sue ultime release di RouterOS ha rilasciato un nuovo pacchetto wireless chiamato “Wireless-rep”.  Quali sono i cambiamenti introdotti da questo nuovo package? Andando ad analizzarli direi che ci sono delle interessanti e potenti novità sul campo wireless, come il “Repeater-mode“, il “Background Scan” e lo “Station Roaming“. Vediamo in dettaglio cosa introduce il nuovo pacchetto “Wireless-rep”.

Se andiamo a sintetizzare, a livello di novità, nel nuovo pacchetto di RouterOS “Wireless-rep” sostanzialmente troviamo:

  1. Repeater setup
  2. Background scan
  3. Station Roaming

Vediamoli in dettaglio.

Repeater setup

Con questo pacchetto di RouterOS  è stata introdotta la possibilità di creare un Virtual Access Point anche quando il modulo radio si trova in modalità Station.

In questo modo possiamo, con un unico modulo radio, una volta collegati ad un AP come Station attivare un Virtual AP e ripropagare il segnale come farebbe un “normale” repeater.

RouterOS-repeater-mode

I passi per realizzare questo sono:

  • Configurare l’interfaccia radio per collegarsi ad un Access Point, settarla in station-bridge se l’AP è MikroTik o RouterOS based, altrimenti settarla in station pseudobridge se l’AP è di altri brand.
  • Creare un’interfaccia Virtual AP
  • Creare un interfaccia bridge
  • Aggiungere entrambe le interfacce (virtual-ap e fisica) al bridge oltre che la ethernet (se serve)

E’ ovvio che, a seguito di tale configurazione, l’area “estesa” avrà meno banda disponibile rispetto all’area principale a causa dell’utilizza di un’unico modulo radio, ma visto che non si tratta di una configurazione MESH/WDS l’area principale non subirà impatti di degradazione a seguito dell’introduzione del repeater.

Background scan

Il background scam è molto utile in quanto permette di scansionare l’etere in cerca di disturbi o altri AP senza far cadere il link radio.

Unico “neo”, per adesso è possibile farlo solo con il protocollo 802.11 (quindi non per link nv2 o nstream)

Inoltre adesso è possibile scrivere il risultato su file in formato CSV e settare un valore di round che indica alla macchina quanti cicli di scansione delle frequenze deve fare prima di fermarsi. In pratica settando il valore di round a 1 la macchina verifica tutte le frequenze nella scan list una volta e poi esce dalla modalità di monitoring. Queste due ultime opzioni sono attivabili anche con il background scan attivo.

Parlando si scan list, adesso possiamo scrivere la scan list indicando lo step, ad esempio per scrivere da 5500MHz a 5560MHz con canali di 20MHz possiamo scrivere:

scan-list=5500-5560:20

il valore dopo i due punti è appunto lo step.

Questa scan list crea internamente una scan list con le frequenze 5500MHz, 5520MHz, 5540MHz, 5560MHz.

Invece per creare una scan list simile con step di 40MHz scriveremmo:

scan-list=5500-5560:40

Pagine: First | 1 | 2 | 3 | Next → | Last | Single Page